Logo Festival Diritti Umani

Segui

Il pregiudizio universale: algoritmo e discriminazioni

IN COLLABORAZIONE CON: Università degli Studi di Milano e Università di Milano-Bicocca

Il pregiudizio universale: algoritmo e discriminazioni

Partecipano

Marina Calloni, professoressa ordinaria in Filosofia politica e sociale presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca
Marilisa D'Amico, professoressa ordinaria in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano,
Costanza Nardocci, ricercatrice in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano
Giovanni Ziccardi, professore di “Informatica Giuridica” presso l’Università di Milano.

modera Danilo De Biasio

In streaming il 22 Aprile dalle ore 15.30.

Presentato come impeccabile l’algoritmo trascina nel suo cuore matematico i pregiudizi del committente o del programmatore. Le università sono i luoghi più adatti per sfidare queste forme di discriminazione.

Giovanni Ziccardi è professore di “Informatica Giuridica” presso l’Università di Milano e Professore Jean Monnet nel corso di “European Union Data Governance and Cybersecurity; insegna criminalità informatica al Master in diritto delle nuove tecnologie dell’Università di Bologna. Accanto alle attività di ricerca, crede nell’importanza della divulgazione sui temi della sicurezza informatica e della privacy ed ha pubblicato numerosi lavori e articoli scientifici.

Costanza Nardocci è ricercatrice in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano, dove insegna “Violence against Women and Gender Justice”. È autrice di pubblicazioni, in italiano e inglese, tra cui si segnalano le monografie Razza e etnia. La discriminazione tra individuo e gruppo nella dimensione costituzionale e sovranazionale (Editoriale scientifica, 2016) e Il ‘diritto’ al Giudice costituzionale (Editoriale scientifica, 2020).

Marilisa D’Amico è professoressa ordinaria in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano e Prorettrice alla Legalità, Trasparenza e Parità di diritti.
È titolare della Cattedra Jean Monet “European Fundamental Rights and Women’s Rights (EFRiWoR)”. È autrice di numerose pubblicazioni, tra cui: I diritti contesi. Problematiche attuali del costituzionalismo (FrancoAngeli, 2016); Una parità ambigua. Costituzione e diritti delle donne (Raffaello Cortina Editore, 2020).

Marina Calloni è professoressa ordinaria in Filosofia politica e sociale presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca dove dirige il centro di ricerca dipartimentale ADV – Against Domestic Violence. Già componente del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani presso il Ministero degli Affari Esteri e membro del consiglio di amministrazione dell’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali, è co-fondatrice di Reset e membro del Comitato Scientifico del Festival dei Diritti Umani.

Una piattaforma di